mappe_585px

(Non) credo ai miei occhi

mappe_585px

Anche in questo articolo vi parlerò delle ultime novità che riguardano la carta.
Ormai l’avrete capito: la carta è il mio argomento preferito, sicuramente, ma questa volta è impossibile non parlarne.

Vi voglio presentare l’ultima novità nata tra la collaborazione tra Merck (azienda specializzata nella produzione di speciali pigmenti) e Rudolf Replofex GmbH (azienda specializzata in packaging ed imballaggio): una nuova tecnica di stampa con effetto 3d.

Con questa nuova tecnica è possibile ottenere stampati con texture che sembrano tridimensionali facendo venire la voglia di toccare con le dita.

3D Evolution, questo il nome di questa nuova tecnica, conferisce un valore aggiunto allo stampato, sia esso una brochure, una copertina di un libro, un biglietto da visita, un packaging o qualsiasi altra cosa si voglia realizzare.

Tecnica da non sottovalutare in quanto  la stampa oggi ha come primo scopo quello di attirare l’attenzione, di far innamorare al primo sguardo. Infatti questa innovazione è rivolta soprattutto a chi ha voglia di trasformare una semplice stampa in qualcosa di unico ed innovativo e soprattutto fuori dal coro.

Accarezza

Accarezza e annusa

Abbiamo letto qualche articolo fa, l’importanza della qualità e varietà della carta nei lavori stampati (libri, brochure, depliant e quant’altro).

A tal proposito vi scrivo di una nuova tecnica che usa vernici da sovrastampa profumate. Queste vernici contengono delle microcapsule profumate dal diametro di I mycron; possono essere inserite nella trama della carta e sono compatibili con sistemi ad acqua, solvente e U.V. con più di 100 profumazioni (fiori, frutta, cibo, profumi di ambienti ed odori variSi può profumare qualsiasi supporto: carta, cartoncino, film plastici, tessuti, ammorbidenti, detersivi… inoltre vi è la garanzia che tali fragranze vengono rilasciate anche dopo anni dall’applicazione.

Accarezza

e annusa

 

 

 

 

 

 

 

Ma come funziona praticamente? semplice…molto semplice! Basta toccare il prodotto finale (biglietto da visita, cartolina, tessuto…) accarezzarlo e godersi l’odore.

Quali applicazioni? immaginate un rivenditore di caffè che vi offre il suo biglietto da visita. Voi lo prendete e rimanete sbalorditi dal sentire l’aroma del caffè; lo stesso se si va da un fioraio: biglietto e profumo di fiore; idem per un ristorante, una pizzeria e così via.

Ovviamente il cliente non si scorderà tanto facilmente di voi 😉